Home Edizione 2006 Contatti Link Mappa


 
icona  Cultura e tradizioni

UN VIAGGIO NEL MUSEO DEL TERRITORIO PER LA 3^ GIORNATA DELLE MARCHE

Un viaggio nel Museo del territorio per la terza Giornata delle Marche. E’ quanto propongono l’Istituto comprensivo “Tacchi Venturi” e il Comune di San Severino per domenica 9 dicembre, con il patrocinio del Consiglio regionale, della Provincia, della Comunità montana Alte valli del Potenza ed Esino e dell’associazione “I tesori di San Severino”.

SanSeverinoMarche.gifSarà una giornata dedicata alla riscoperta delle radici della cultura popolare attraverso due fili conduttori: da un lato, le tradizioni raccolte nel Museo; dall’altro, i prodotti tipici del territorio. Il programma delle iniziative si aprirà alle ore 16 con l’esibizione dell’Orchestra scolastica (a cura del Corso a indirizzo musicale), con prolusione sulla musica popolare del prof. Alberto Pellegrino.

Poi, presenterà i temi della Giornata la professoressa Vanna Bianconi, dirigente scolastico dell’Istituto “Tacchi Venturi”. A seguire i saluti del sindaco Cesare Martini, del presidente del Consiglio regionale, Raffaele Bucciarelli, del consigliere regionale Francesco Massi, dell’assessore provinciale Giulio Pantanetti, del vice presidente della Comunità montana, Fabrizio Medei, e del presidente de “I tesori di San Severino”, Pierluigi Meschini.

Alle ore 17, quindi, ci saranno l’inaugurazione dello stand enogastronomico, curato da quest’ultima associazione, e l’apertura del Museo del territorio intitolato a Oberdan Poleti. Il convegno successivo sarà incentrato sul tema “Il turismo degli antichi saperi e sapori”; interverranno gli assessori comunali Cadia Carloni (Sviluppo economico) e Alessandra Aronne (Cultura), il docente universitario Massimo Ciambotti (su “La storia dei manufatti museali attraverso l’economia del territorio”) e il consigliere comunale Paolo De Angelis in qualità di vice presidente dell’associazione “I tesori di San Severino” (su “L’olio extravergine di oliva: l’oro delle Marche”). Alle ore 18 chiuderanno la giornata una degustazione di prodotti tipici e una visita guidata al museo.