Home Edizione 2006 Contatti Link Mappa


 
icona  Le società di Bellini

La delegazione istituzionale della Regione Marche, guidata dal presidente Gian Mario Spacca, ha visitato la sede della società “Picchio International” di Francesco Bellini, imprenditore ascolano che ha saputo affermarsi in Canada. La società si articola attraverso due aziende: la “Picchio Pharma” (“L’azienda più marchigiana che possa esistere, visto il nome”, ha sottolineato Spacca) e la “Domodimonti”.

Incontro_fabbrica_Bellini.jpgLa “Picchio Pharma”, si è affermata nel settore della farmaceutica, in particolare, della virologia, scoprendo il farmaco in grado di combattere l’Aids e migliorare la qualità di vita dei malati. Altri settori di eccellenza dell’azienda sono quelli di patologie come il diabete e il tumore.

Ultimamente sta effettuando una ricerca sull’Alzheimer, attraverso convenzioni con diverse strutture ospedaliere. Spacca, a questo proposito, ha ipotizzato una possibile collaborazione del Gruppo con l’Agenzia nazionale della terza età, che si cerca di ospitare presso l’Inrca di Ancona.

La “Domodimonti” è impegnata, invece, nel settore agroalimentare: in particolare vino e olio, con un forte collegamento con il territorio marchigiano, specificatamente Montefiore dell’Aso, dove si sta mettendo a punto una cantina innovativa, di altissima qualità, destinata all’esportazione.

Un’attività, ha detto Bellini, che è iniziata “scherzando scherzando” e che ora punta alla conquista dei mercati esteri, con vini rossi e bianchi, prossimamente anche rosati. Prodotti che vengono venduti sul mercato estero dai 30 ai 100 dollari (nel caso dei vini in barrica) e commercializzati con nomi evocativi e di fantasia (“Solo per te” è l’ultimo nato).

Anche la produzione di olio (commercializzata a 70 dollari la bottiglia) raggiunge elevati standard qualitativi, frutto di una combinazione di varietà pregiate, come “Frantoio”, “Carbonella” e “Ascolana tenera”. Un sapiente accostamento di eccellenze, realizzato con la collaborazione dell’Assam, de-stinata principalmente ai mercati del Canada, degli Stati Uniti, del Messico e della Cina.

Nonostante la rilevanza economica, le due aziende vengono gestite con criteri familiari: la signora Marisa sovrintende alle attività, in stretta collaborazione con i figli Carlo e Paolo, ai quali Francesco Bellini ha trasmesso la stessa passione imprenditoriale che ha animato la sua vita.

Entusiasmo che lo ha reso protagonista del viaggio dei Bronzi Dorati di Cartoceto in Canada, realizzato grazie all’energia e al contributo economico dell’imprenditore